L’Italia continua a regalare grandi emozioni ai Mondiali 2018 di volley femminile e infila la sesta vittoria consecutiva surclassando il malcapitato Azerbaijan con un roboante 3-0 (25-12; 25-19; 25-10) in appena 67 minuti di gioco. A Osaka (Giappone) le azzurre hanno dominato in lungo e in largo, annichilendo le avversarie in ogni fondamentale, dimostrando una netta superiorità e un livello di gioco eccezionale già ammirato nei successi contro Turchia e Cina.

La nostra Nazionale ha così compiuto un ulteriore passo verso la qualificazione alla Final Six, domani si tornerà in campo per affrontare la Thailandia in un incontro da vincere a tutti i costi per ipotecare l’accesso tra le sei grandi del Pianeta prima dei due big match contro Russia e USA. Oggi le ragazze del CT Davide Mazzanti sono state letteralmente insuperabili contro delle rivali che potevano impensierirci con il loro gioco ostico e che invece sono state polverizzate senza particolari problemi.

Spiccano i 12 muri di squadra dell’Italia che ha trovato anche tre aces. Top scorer la strepitosa Miriam Sylla che ha messo a segno 17 punti (14 su 26 in attacco, 3 muri), doppia cifra anche per la centrale Cristina Chirichella (13, 5 stampatone) e l’opposto Paola Egonu che oggi è stata servita meno del solito ma è stata in grado di fare la differenza (11 punti, 50% in fase offensiva). Al centro Anna Danesi (7), Lucia Bosetti come sempre importante in difesa (6 punti), regia di Ofelia Malinov e Monica De Gennaro il libero. Temevamo tanto la macchina da punti Polina Rahimova che invece non ha incominciato neanche da titolare, è entrata a metà partita e ha chiuso con 3 punti all’attivo, la migliore è stata Odina Aliyeva (7).

Italia subito in allungo in avvio di primo set: ace di Egonu, fast di Chirichella, siluro di Sylla dopo delle grandi difese di Bosetti e fallo di posizione delle avversarie per il 6-1. Le azzurre continuano a spingere: due contrattacchi di Egonu e Bosetti e due muri consecutivi di Chirichella per l’11-3 che si tramuta in 13-5 sull’ace del nostro capitano. Finale di pura accademia con Egonu che dà spettacolo (due aces consecutivi e contrattacco per il 23-10), chiude il mani fuori di Bosetti.

Avvio di secondo set equilibrato (7-7), poi le nostre avversarie ci sorpassano: 10-8 col diagonale di Abdulazimova e la stampata subita da Danesi. Reagiamo prontamente con Sylla ed Egonu che ribaltano il parziale insieme a un muro di Chirichella (13-11), poi la schiacciatrice si scatenata in fase offensiva (17-12) e due pipe consecutive di Egonu valgono il 19-15. Finale di controllo, arriva l’errore in attacco di Rahimova a chiudere i conti.

Il terzo set si apre con un micidiale turno in battuta di Danesi: 10-0 di parziale! Tra i muri di Chirichella, gli attacchi di Sylla e gli errori delle avversarie è un dominio totale delle azzurre. La partita finisce praticamente lì, la nostra Nazionale deve semplicemente controllare la situazione, la vittoria arriva su un’invasione a rete delle nostre avversarie.

via [OA Sport]