Osaka. A distanza di una settimana esatta dall’ultima vittoria ottenuta contro l’Iran, la Nazionale Italiana torna a conquistare tre punti nella Volleyball Nations League. Oggi i ragazzi di Blengini si sono imposti meritatamente 3-1 (25-23, 25-19, 21-25, 25-19) contro la Bulgaria al termine di un match giocato con attenzione e con tanta voglia di fare bene per riprendere le fila di un discorso interrotto qualche giorno fa. La formazione tricolore è apparsa sicuramente migliorata rispetto a ieri nella gestione del gioco anche grazie a delle prestazioni individuali meno basate sulla foga agonistica, ma più sull’attenzione ai dettagli e alla capacità di non scomporsi quando la Bulgaria, sotto 2-0, aveva dato la sensazione di riuscire a tornare in partita proprio grazie a qualche disattenzione degli azzurri. Nel complesso buona la prova di tutta la squadra apparsa ordinata e attenta con Lanza top scorer del match (21 punti) seguito da Nelli (17) e con Parodi che anche oggi ha dato grande equilibrio alla squadra qunado è stato chiamato in causa.
L’Italia è scesa in campo con un cambio rispetto a ieri con Cester che ha rilevato Mazzone. Per il resto tutto confermato con la diagonale Giannelli-Nelli, Lanza e Randazzo gli schiacciatori, Anzani e Cester, appunto, centrali con Rossini e Balaso liberi alternati nella fase ricezione-difesa.
Kostantinov ha scelto Seganov in palleggio, Uchikov opposto, Yosifov e Gotsev centrali, Bratoev V. e Penchev N. schiacciatori e Salparov libero.
Nel primo set le due squadre si sono equivalse giocando punto su punto fino alla conclusione del parziale arrivata grazie ad un primo tempo di Anzani e dopo che la Bulgaria era riuscita ad annullare una prima palla set.
Nel secondo set dopo un avvio un po’ complicato l’Italia è lentamente risalita fino a prendere il comando della situazione seppur con un minimo scarto (16-14, 19-16). Giannelli e compagni però hanno saputo gestire la situazione e giocando con attenzione e precisione sono riusciti ad aggiudicarsi anche la seconda frazione con il punteggio di 25-19.
Nel terzo l’Italia è stata costretta ad inseguire per lunghi tratti anche se proprio sul finire di set era riuscita ad agguantare gli avversari sul 20-20. A quel punto, con le squadre a contatto, la Bulgaria è stata brava a sfruttare qualche disattenzione di troppo degli azzurri che è valsa il 25-21 e quindi il 2-1 nel computo generale della gara.
Quarto parziale iniziato con la Bulgaria lanciata grazie alla vittoria in quello precedente e con gli azzurri apparsi leggermente meno brillanti rispetto ai primi due set. Nonostante tutto però Lanza e compagni hanno impattato la situazione sull’8-8 prima di portarsi in vantaggio. Da quel momento in poi i ragazzi di Blengini sono tornati a giocare una buona pallavolo riuscendo così a ritrovare quella fluidità di gioco che aveva caratterizzato l’avvio di gara. Con il passare dei minuti e con un ottimo turno al servizio di Nelli il vantaggio della formazione tricolore si è fatto progressivamente sempre più consistente (17-11, 20-14) riuscendo poi a chiudere 25-19 al secondo match ball.

ROSSINI:

E’ stata una bella vittoria della quale avevamo bisogno. Avevamo ancora un po’ l’amaro in bocca per come erano andate le cose ieri quando avevamo quasi riacciuffato la partita. Oggi volevamo tornare in hotel con il sorriso e così sarà. Secondo me stiamo crescendo anche dal punto di vista tecnico e sono sicuro che riusciremo a fare sempre meglio.

ANZANI:

Eravamo reduci dalla prestazione di ieri nella quale avevamo mostrato due facce. Abbiamo dimostrato di potercela portare a casa e proprio per questo la sconfitta ha bruciato parecchio però il nostro sport è questo e quelle due, tre imperfezioni a set che puoi commettere alla fine le paghi. Oggi invece volevamo rifarci e ci siamo riusciti mettendo in campo un bel gioco. Il gruppo è unito e così facendo vogliamo continuare a dimostrare tutto il nostro valore.

RANDAZZO:

E’ stata una bella Italia, abbiamo giocato molto concentrati e secondo me bene tranne che nella seconda parte del terzo set quando abbiamo conosciuto un calo che infatti abbiamo pagato. A parte questo siamo molto contenti e possiamo di nuovo festeggiare. Rispetto a ieri oggi abbiamo tenuto meglio in ricezione e questo ci ha permesso di esprimerci meglio in tutti i fondamentali.

FILIPPO LANZA: 7. Il capitano è in grande ripresa tecnica, fisica e agonistica. Si erano già visti alcuni ottimi sprazzi nella partita persa ieri contro la Polonia, oggi ha tenuto bene il timone della squadra e ha risposto sempre presente quando ne ha avuto l’occasione. Chiamato molto in causa da Giannelli, si esalta con ottimi mani fuori e pregevoli lungolinea chiudendo con 20 punto all’attivo.

GABRIELE NELLI: 7,5. Non segnerà una valanga di punti come ieri (si ferma a 16 marcature) ma è l’uomo decisivo nei momenti più importanti: ci pensa lui, infatti, con grandi attacchi e ace a creare i break determinanti nel primo e nel quarto set dopo lunghe fasi punto a punto.

LUIGI RANDAZZO: 6,5. Riesce a riscattare l’opaca prestazione esibita ieri, conferma il suo gioco completo di banda nei due fondamentali di riferimento e si propone come una valida alternativa agli altri attaccanti chiudendo con 13 punti.

SIMONE GIANNELLI: 6,5. Distribuzione di gioco omogenea sui tre attaccanti senza trascurare i centrali, qualche palla è un po’ imprecisa rispetto ai suoi standard ma inventa tanto anche di seconda e si fa apprezzare a muro (6 punti personali).

ENRICO CESTER e SIMONE ANZANI: 7. Chicco Blengini cambia ancora la coppia di centrali (out Mazzone) e arrivano buone soddisfazioni: 9 punti a testa, 4 muri per Cester e 2 per Anzani, ottima intensità sottorete e grande presenza sugli attacchi di Uchikov e compagnia.

SALVATORE ROSSINI e FABIO BALASO: 6. Come abitudine si alternano nelle due fasi, i nostri liberi fanno buona guardia al fortino azzurro e non crollano quasi mai mostrando una buona personalità.

DAVIDE CANDELLARO e SIMONE PARODI: S.V. Entrano soltanto per alcuni scambi:

Non entrati: Daniele Mazzone, Gabriele Maruotti, Giulio Sabbi, Luca Spirito.


ITALIA-BULGARIA 3-1 (25-23, 25-19, 21-25, 25-19)
Italia: Giannelli 6, Nelli 17, Anzani 7, Lanza 21, Cester 8, Randazzo 13, Rossini (L). Balaso, Parodi, Candellaro. Ne: Spirito, Sabbi, Mazzone, Maruotti.All: Blengini
Bulgaria: Gotsev 10, Uchikov 19, Seganov 2, Bratoev V. 12, Yosifov 7, Penchev N. 13, Salparov (L). Petkov, Penchev R 1, Marinkov, Grozdanov. Ne: Dimitrov, Yordanov, Karakashev (L). All: Konstantinov
Arbitri: Jiang Liu (CHN), Alrousi (UAE)
Spettatori: 2200 Durata set: 34’, 26’, 35’, 29’
Italia: a 5 bs 17 mv 10 et 22
Bulgaria: a 9 bs 18 mv 7 et 24

via [Federvolley]