Ivan Zaytsev rimarrà a Perugia o si accaserà altrove? Questa è la domanda della settimana nel mondo del volley soprattutto dopo che lo Zar ha trascinato i Block Devils verso la vittoria dello scudetto. Una risposta probabilmente la avremo soltanto dopo la Final Four di Champions League che si disputerà nel weekend, il Presidente Gino Sirci dice che vuole trattenere Ivan ma il giocatore esprime ben altre opinioni come nell’intervista che ha rilasciato a Il Messaggero:

“Mi resterà l’orgoglio di uscire a testa altissima dopo aver mangiato m… per due anni, dopo essermi sacrificato e aver sentito chiacchiere su di me e sua mia moglie. In questi due anni a Perugia ho fatto il massimo e sono conscio di aver vinto una sfida personale che è stata forse la più difficile della mia carriera. Giocare in un ruolo non mio, sacrificarmi per la squadra, sempre sapendo quello che si diceva su di me fuori dal campo, è stata una prova di maturità importante“.

Lo Zar sembra dunque essere sulla via dell’addio, la chiusura sembra essere definitiva:

“Definitiva no, ma sono stato preso in giro. Da gennaio, da quando si è cominciato a parlare del mio rinnovo. L’ultimo incontro con il mio agente c’è stato un mese e mezzo fa circa e a questo incontro non sono mai seguite offerte, proposte o altri colloqui. Mi era stato promesso che la società avrebbe fatto di tutto per trattenermi e io avevo fatto sapere che sarei stato molto felice di restare. Per Perugia, per il pubblico, per l’ambiente. E invece sabato c’è stata l’ultima farsa. Prima di gara5 il Presidente Sirci mi ha chiesto quando poteva incontrare il mio agente, che sarebbe dovuto arrivare domenica poco prima della partita. Invece è arrivato già sabato ed è venuto al palazzetto a salutarmi. E ha incontrato il Presidente che però non gli ha detto nulla di tutto ciò che aveva detto a me. Una totale presa in giro“.

Il divorzio sembra ormai certo:

“Se non mi è stata fatta un’offerta in questi 5 mesi, presumo che non me la faranno neanche ora. A meno che i risultati ottenuti non abbiano cambiato qualcosa. Se così non fosse dovrò guardare altrove“.

La chiusura sulla Nazionale:

“Non vedo l’ora di cominciare questa nuova avventura con l’Italia, anche se ho speso tanto. Ma ho già parlato con Blengini: terrò conto delle esigenze di tutti nella preparazione anche perché vogliamo arrivare al meglio ai Mondiali in casa“.

via [OA Sport]